Sala di lettura

Di seguito vengono proposti una serie di documenti che riguardano la vita dell'ordine Scout di San Giorgio, il Movimento scout internazionale e nazionale, oltre ad articoli, comunicazioni e informazioni anche multimediali di interesse per lo scautismo.

 

Il bollettino informativo dell'Ordine: Inf-Ordine:

Inf-Ordine90
Inf-Ordine91
Inf-Ordine92
Inf-Ordine93
Inf-Ordine94
Inf-Ordine95
Inf-Ordine96
Inf-Ordine97
Inf-Ordine98
Inf-Ordine99
Inf-Ordine100
Inf-Ordine101

Inf-Ordine89
Inf-Ordine86
Inf-Ordine 83
Inf-Ordine 80
Inf-Ordine 77
Inf-Ordine 74
Inf-Ordine 71
Inf-Ordine 68
Inf-Ordine 65
Inf-Ordine 62
Inf-Ordine 59
Inf-Ordine 56
Inf-Ordine 53
Inf-Ordine 50

Inf-Ordine88
Inf-Ordine85
Inf-Ordine 82
Inf-Ordine 79
Inf-Ordine 76
Inf-Ordine 73
Inf-Ordine 70
Inf-Ordine 67
Inf-Ordine 64 e 64bis
Inf-Ordine 61
Inf-Ordine 58
Inf-Ordine 55
Inf-Ordine 52
Inf-Ordine 49

Inf-Ordine87
Inf-Ordine 84
Inf-Ordine 81
Inf-Ordine 78
Inf-Ordine 75
Inf-Ordine 72
Inf-Ordine 69
Inf-Ordine 66
Inf-Ordine 63
Inf-Ordine 60
Inf-Ordine 57
Inf-Ordine 54
Inf-Ordine 51
Inf-Ordine 48

 

29 e 30 maggio 2010 - Decennale dell'apertura del gruppo di Ilasi della sezione di San Martino Buon albergo. Il Presidente ha partecipato la Convegno sull'educazione in sostituzione del Capo Scout che ha inviato un primo e un secondo messaggio.. Erano anche presenti i cavalieri Marastoni, Rossi, Travagliati e Dal Fior. Alla galleria fotografica e lettura degli articoli pubblicati da L'Arena.

 

Obbedire? Lo Scoutismo italiano di fronte al Fascismo, tesi di laurea di Mattia Pessina alla Università degli Studi di Milano - Facoltà di Lettere e Filosofia. L'anno 2007 è stato un anno intenso per il movimento Scout nel mondo e in Italia. Proprio quest'anno infatti si sono celebrati in tutto il Mondo i 100 anni della fondazione del Movimento, con manifestazioni e celebrazioni ufficiali in ogni Paese dove gli scout sono presenti. Ma l'anno 2007 è stato un anno importante anche per il movimento scout Italiano. Infatti ricorrono gli 80 anni dall'autoscioglimento del Corpo Nazionale dei Giovani Esploratori Italiani, la componente laica dello Scoutismo italiano. Scopo di questo lavoro è stato dunque quello di analizzare meglio questo importante evento nella storia del movimento scout che, anche se può apparire come una storia di “nicchia” ed estremamente settoriale, investe temi molto più ampi della storia italiana come quello della storia dell'educazione giovanile. Leggi la tesi....

This text will be replaced

 

 

 

Il giorno 27 marzo 2010, si è tenuto il Convegno Scautismo e Spiritualità, promosso dal Centro Studi Scout Franco ed Eletta Olivo, a Trieste nell'aula magna della Università della Terza Età, in via corti 1/1. Qui accanto il filmato dell'intera iniziativa.
Quasi cento persone si sono accalcate nel'aula magna dell'Università della terza età di Trieste per prendere parte al convegno organizzato dal Centro Studi Scout Eletta e Franco Olivo e dall'Ordine Scout di San Giorgio sul tema Scautismo e Spiritualità – Tesi a confronto.
La prima tesi, esposta da Luigi Milazzi, è stata quella dello scautismo di B.P. attraverso un rapido ma profondo excursus sulla nascita dello scautismo inquadrata nella situazione storica dell'educazione e della società civile del tempo. Ne è uscita una chiara indicazione sui doveri dei giovani in fase di crescita e di apprendimento e su quelli dei Capi cui questi giovani sono affidati.
Don Regazzoni, coetaneo di Milazzi, ha illustrato ampiamente la visione della Chiesa sullo Scautismo, citando le parole di diversi Pontefici, che hanno visto nello scautismo un metodo che aiuta a sviluppare quell'idea di trascendente che ha la sua declinazione cattolica in Dio e in Gesù Cristo.
Il Direttore del Centro e Presidente dell'Ordine ha chiarito che lo scautismo non accetta aggettivazioni, scautismo cattolico, laico o chissà quale altro. Lo scautismo è quello di B.P. e eventualmente sono le associazioni che si connotano in qualche modo ma certo non sono più associazioni scout se non mettono in pratica il metodo, che BP ha proposto e che prevede una forte spinta al rispetto dei doveri che con la promessa ogni scout assume: quelli verso Dio, il Prossimo e se stesso.
Il Capo Scout ha spiegato come il CNGEI ha interpretato tutto iò, con la stesura del documento sulla educazione spirituale nell'associazione.
L'attenzione di tutti i presenti, capi e dirigenti del CNGEI, dell'Agesci, dell'Amis, è stata massima. Il seme è stato gettato. Ora la volontà è di proseguire ad approfondire il tema, insieme agli altri Centri Studi Scout italiani, per elaborare pensieri e spunti che possano diventare patrimonio delle associazioni scout italiane in un sereno confronto di idee ed opinioni che arricchisca il nostro scautismo.

 

Il 29 novembre 2009, l'Assemblea Nazionale CNGEI elegge il Presidente Carmelo Scalfari e il Capo Scout Roberto Cenghiaro. Ecco la lettera di benvenuto alle nuove cariche e la partecipazione del Presidente di OSSG all'Assemblea. Si tratta dell'invito ricevuto dal Presidente Lunardi, da parte di Presidente e Capo Scout CNGEI e la risposta del Presidente Lunardi all'invito: “Carissimi Sergio e Doriano, ieri dopo alcune traversie tecniche sono riuscito a leggere l'invito speditomi dalla segretaria di Sede Centrale..” Rispondono l'ex Presidente Doriano Guerrieri e l'ex Capo Scout Sergio Fiorenza. Al termine dei lavori della medesima assemblea, si chiarisce il dibattito sorto a Rocca di Papa tra Ottorino Tito e Giovanna Cavarocchi con un intervento del Presidente del CNGEI Carmelo Scalfari

This text will be replaced

 

Il 21 ottobre 2009,  Aldo Rota, scout della Sezione CNGEI di Milano,  ha compiuto cento anni.
Aldo è nato a Reggio Emilia. E' entrato a far parte degli scout  a Reggio Emilia come esploratore, poi si è trasferito a Milano con la famiglia, continuando a fare lo scout. Nel 1940 la chiamata alle armi. Dopo la guerra è stato incaricato dal comando inglese di ricostituire lo scautismo a Milano. Per tutto il periodo degli anni Cinquanta-Sessanta e stato attivo nello scautismo milanese con Ellen Spycher, presidente onorario della Sezione.
Durante il Centenario dello Scoutismo ha ripreso i contatti con la sezione di Milano e ha raccontato la sua storia, decidendo di iscriversi nuovamente all'associazione.
Qui accanto la sua intervista a MattinoCinque

23 aprile 2009 - San Giorgio ligure a Case Becco e incontro tra il Sindaco di Sori Luigi Castagnola e il Presidente nazionale CNGEI Doriano Guerrieri.

2009 La sezione CNGEI di Verona ha acquisito l'ex scuola elementare di Peri nel comune di Dolcè, e ha reso la struttura adatta ad ospitare delle unità scout per uscite di 2 gg, Vacanze di Branco e come base d'appoggio per hike di compagnia. Peri si trova fra la provincia di Verona e quella di Trento, ed è servita dall'omonima stazione ferroviaria sulla tratta Verona - Brennero, o è facilmente raggiungibile con la SS12 del Brennero e dall'autostrada A22 uscendo ad Affi - Lago di Garda sud. Per ogni informazione o per disponibilità e prenotazioni della casa di caccia potete contattare: Vittorio Travagliati, tel. +390458345781; Diego Zanoncello, cell. +393477981735. Oppure potete scrivere al seguente indirizzo: casadicaccia@cngeiverona.it (Leggi.....)