Le nostre iniziative .

I Cavalieri dell'Ordine sono scout e sono professionisti che si mettono a disposizione del Movimento e in particolare del Corpo nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani per realizzare iniziative di supporto e di sostegno alle branche giovanili.

In particolare sono impegnati nel campo della promozione e riflessione culturale intorno allo scautismo quale movimento educativo globale e allo scautismo laico italiano.

Qui di seguito le inziative promosse da OSSG e alla pagina specifica le attività dell'Assemblea dell'Ordine.

 

 

 

 

Cent'anni di Scautismo: il grande gioco della vita.

Convegno a Lecce

 

 

 

Il 18 giugno 2011, contemporaneamente alla inaugurazione della Sede de L'Aquila sono state messe a dimore cinque querce in memoria di cinque nostri fratelli che ci hanno laciato. All'iniziativa, fortemente voluta dal cavaliere Ottorino Tito e condivisa dall'Ordine tutto, scrive il presidente Lunardi:

Oggi voi piantate delle querce per ricordare alcuni fratelli significativi che ci hanno preceduto nel sentiero scout. Di questi due sono stati collari e due cavalieri dell'Ordine Scout di San Giorgio. Lo sono stati per quanto avevano saputo fare per lo Scautismo in generale e per il Corpo Nazionale in particolare. Lunga, interminabilmente lunga, sarebbe l'elencazione degli incarichi ricoperti e delle azioni significative portate a termine. Qui a L'Aquila però, penso basti ricordare che ognuno di loro ha saputo essere roccia fondante per il Corpo Nazionale assumendo incarichi di servizio di primo livello in momenti difficili, controversi, "im-possibili". Antonio Viezzoli e Alberto Savini hanno aderito all'Associazione nei suoi primi anni di vita; condividendo l'avventura del fondatore e dei primi capi dando l'entusiasmo giovanile e ricevendo esperienza e saggezza che poi hanno speso, a piene mani, fin dai primi momenti della ricostituzione. Antonio Viezzoli soprattutto, ma non solo, nel Campo della Fomazione Capi e dello studio del metodo scout; Alberto Savini nella dimensione della gestione della sede centrale facendo i miracoli perché in un'Italia dove miseria e macerie erano in ogni dove tanti giovani potessero cerscere sani e forti. Gianfranco Trevisan che di questi due fratelli più anziani era il discepolo fu al loro fianco dagli anni sessanta in poi fino a proporsi e accettare l'investitura a Capo Scout in un'associazione che stava vivendo o, meglio, stava morendo in due anime. Con energia e coraggio diede sé stesso perché il Corpo Nazionale tornasse utile. Non sono stati eroi o uomini senza macchia, anzi; sono stati uomini a tutte maiuscole e di carattere, impossibile non vedere i loro errori. Ma hanno sempre saputo rialzarsi, scusarsi e ricominciare a lavorare ancor più di prima." Un abbraccio di cuore e buona cerimonia. Federico

Inaugurazione della nuova sede de L'Aquila alla presenza del Presidente del CNGEI e numerosi Cavalieri. Nella stessa occasione sono stati messi a dimora gli alberi di quercia ricordo di Antonio Viezzoli, Alberto Savini, Gianfranco Trevisan e Berdardino di Cesare. (L'invito)

Concorso Stefano Costa 2011: ci scrive Francesco Casulli che ha partecipato all'iniziativa.

Carissimi Fratelli,
Il progetto culturale dedicato al piccolo esploratore novolese tragicamente scomparso durante un'attività invernale scout in Abruzzo nel 1995, giunto alla settima edizione, ha vissuto la serata conclusiva il 28 maggio u.s.. A partire dalle 20, il teatro comunale di Novoli ed il piazzale antistante di piazza Regina Margherita si sono trasformati in un grande palcoscenico, che ha raccontato la storia e la vita del gruppo scout a tutta la numerosissima cittadinanza presente oltre alle cerimonie di premiazione delle due sezioni del Concorso, con diversi momenti di spettacolo, danza, cabaret, musica. In contemporanea mentre all'interno del teatro gremito si svolgeva lo spettacolo con le premiazioni all'esterno nella piazza principale della città lupetti,esploratori, rover e capi della locale sezione hanno costruito un campo scout con cucine, tavoli, alzabandiera dimostrando poi alla cittadinanza tutti i vari momenti della vita al campo dall'alzabandiera,al fuoco di bivacco,alla cerimonia della Promessa.
Sia in piazza che nel teatro erano stati montati due maxi schermi che grazie alla regia dell'impareggiabile Stefano (Presidente della Sezione) trasmettevano in ogni location quello che avveniva nell'altra facendo interagire in diretta i due presentatori della serata
Anche l'annuale edizione è stata interamente pensata ed organizzata dalla Sezione scout CNGEI “Stefano Costa” di Novoli, grazie alle collaborazioni e i patrocini di Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni del Nord Salento, Comune di Novoli, Cattedra di Critica Letteraria dell'Università del Salento, Proloco Novoli e il nostro Ordine Scout San Giorgio.
Tema principale e colonna portante dell'intero progetto è stato “LO SCAUTISMO PER L'ARTE, LA CULTURA, LO SPORT E IL VOLONTARIATO NELLA SOCIETA'”: su questo slogan, infatti, è stato incentrato l'intero percorso che ha accompagnato il concorso novolese negli ultimi mesi, partito con le prove negli istituti scolastici del Salento e della Puglia (tenutesi dal 15 al 31 marzo scorso), continuato con il lavoro della commissione giudicatrice e terminato con la premiazione degli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado.
 La storia degli scout a novoli e l'omaggio al territorio ed ai suoi artisti
Due i filoni principali della serata, presentata da Antonio Settanni: musica, danza, cabaret e momenti di riflessione si sono alternati per raccontare la storia dello scoutismo novolese, dalla nascita nel 1974 ai giorni nostri, passando per la tragedia del piccolo Stefano Costa e i progetti futuri del gruppo scout per la prossima estate e per il 2012. Ma non solo. Ad essere protagonista inoltre è stato il Salento e i suoi artisti principali, omaggiati nel corso della serata attraverso i ritmi e le musiche identitarie e con alcuni premi per il loro impegno in attività di volontariato e solidarietà.
Quindi non solo la cerimonia di premiazione delle due sezioni del Concorso, una destinata agli alunni della scuola primaria (disegno a tecnica libera) e l'altra diretta alla scuola secondaria di primo grado (elaborato scritto), ma anche le esibizioni di Francesco Del Prete e dei suoi “corpi d'arco”, della Scuola Superiore Di Musica “Harmonium” e dei suoi giovanissimi e bravi allievi e del Centro Danza “Il Sogno” diretto da Bianca Milli,
Non sono mancate nemmeno le sorprese e la novità, come la diretta streaming dell'intero spettacolo, che per il primo anno è stato possibile seguire in tempo reale sul portale ufficiale del CNGEI Novoli, all'indirizzo www.cngeiscosta.org.
“Premio baden powell 2011” alla solidarieta'
“Conferire un riconoscimento a chi, grazie alla sua attività, ha attuato azioni di volontariato e solidarietà”.
L'iniziativa è nata dalla voglia di conferire un premio a persone, enti, associazioni, fondazioni, aziende che hanno messo al servizio delle comunità disagiate la loro attività o professione, promuovendo e sostenendo azioni di volontariato, concretizzando così i sani valori dello scautismo e sposando a pieno le parole del fondatore Sir Robert Baden Powell of Gilwell. Nell'annuale edizione la scelta è ricaduta sull'Associazione “CUORE E MANI APERTE” ONLUS, impegnata da anni all'interno dei reparti dell'Ospedale “Vito Fazzi” accanto alle famiglie e ai piccoli che soffrono e promotrice negli ultimi mesi del progetto “BIMBULANZA”. Si tratta di un'ambulanza a misura di bambino, che l'associazione ha voluto per assicurare un trasporto meno traumatico per i piccoli malati e che negli ultimi mesi ha raccolto consensi in ogni angolo del Salento; il progetto, infatti, ha generato una vera e propria gara di solidarietà e una raccolta fondi importante, che non solo sta garantendo l'acquisto della vettura attrezzata ma permetterà al gruppo di volontari, a medici e infermieri clown di continuare la loro preziosa opera nei nosocomi salentini. Menzione speciale del premio, infine, è andata a Don Gianni Mattia, anima e cuore del progetto e della Onlus, come segno di riconoscenza e ringraziamento per l‘opera silenziosa ma fondamentale offerta da anni, sua e di tanti volontari. Proprio al giovanissimo sacerdote, nel corso della serata, è stato consegnato il Premio ed il ricavato di una raccolta fondi.
Premio alle eccellenze artistiche del salento
Si tratta di un riconoscimento dedicato a gruppi, band emergenti e realtà musicali salentine, ma anche artisti del mondo dello spettacolo e della tv, che nella loro attività trattano tematiche vicine al mondo giovanile e si impegnano a sostegno di progetti di solidarietà. Anche in questo caso ad essere protagonisti sono i giovani: rover ed esploratori della sezione novolese del Cngei, infatti, nell'ambito di un'attività specifica inserita nell'annuale programmazione dell'associazione, hanno scelto Andrea Baccassino, musicista comico, cantautore e cabarettista. L'artista originario di Nardò si è impegnato durante l'inverno appena trascorso nel progetto discografico “Baccassino & Friends – Angeli sulla Città”, una raccolta delle sua parodie interpretate con la partecipazione di altri comici e cabarettisti noti ed apprezzata nel panorama del tacco d'Italia, il ricavato del quale e' stato devoluto interamente all'Associazione “Angela Serra”, che opera da anni a sostegno della ricerca medica contro il cancro e per lo sviluppo della Rete Oncologica Salentina. Il cabarettista neretino è intervenuto sul palco novolese, con un piccolo sketch del suo divertentissimo repertorio .
Nel corso degli anni il Premio è andato al Centro “Don Tonino Bello” di Novoli (un gruppo di volontari novolesi impegnati da anni con attività ricreative e di sostegno con giovanissimi a rischio e diversamente abili), all'azienda Quarta Caffè con il progetto “Insieme per Makiosi” (che prevedeva la costruzione di scuole, case e pozzi d'acque nel villaggio africano), alla Sezione Scout Cngei de L'Aquila (per l'impegno a servizio dei conterranei nelle drammatiche operazioni di salvataggio all'indomani del terremoto) e a Tommy – il cane dell'unità cinofila del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Lecce - (per essersi contraddistinto in diversi salvataggi e in missioni, tra cui quelle in Abruzzo durante i giorni del tragico terremoto).
Vorrei infine portare alla vostra attenzione gli elaborati vincitori del concorso Stefano Costa edizione 2011:
- disegno per la sezione riguardante le scuole elementari la cui autrice è Sara Paladini della classe V B - della scuola "V. Ampolo" di Surbo (LE);
- tema per la sezione scuole medieil cui autore è Alessandro Miglietta della classe  II B - della scuola  "F. Cezzi" di Novoli (LE).
Entrambi sono abbastanza belli ma diciamo pure che tutti gli elaborati in concorso erano decisamente interessanti .
Inoltre le brevi chiacchierate che ho avuto modo di fare con i giovani partecipanti al concorso mi hanno confermato che tra i ragazzi "non scout" continuano ad essere fortemente presenti sentimenti ed ideali veramente molto vicini al nostro ideale associativo scout; questo ovviamente oltre che a rendermi molto felice può decisamente incrementare l'ottimismo nell'auspicare una società migliore.
Sono consapevole di ripetermi ogni anno ma desidero ancora ringraziare per l'opportunità che l'Ordine mi ha dato di rappresentarlo in questa eccezionale manifestazione che grazie ai fratelli scout della Sezione CNGEI di Novoli si conferma da ben sette anni un appuntamento fisso e qualificante per la nostra Associazione nell'intera provincia di Lecce (96 comuni) ed in quelle limitrofe (Brindisi,Taranto e Bari). L'iniziativa ha confermato ancora una volta lo stretto legame della sezione di Novoli con il mondo della scuola (elementari e medie) e che rappresenta un ottimo veicolo per gli ideali scout CNGEI ormai diffusi ed apprezzati tra tutti gli insegnanti ed i presidi.
Fraterni saluti
Francesco Casulli

 

 

 

 

In aiuto del 1° Gruppo della Sezione CNGEI di Vicenza

Carissimi Cavalieri,
con colpevole ritardo dovuto a una mia non adeguata informazione sull'accaduto noi del Consiglio, su proposta di Lucia, ci rivolgiamo a Voi tutti per sostenere il 1° Gruppo della Sezione CNGEI di Vicenza che ha perso la sede e tutto il materiale ivi contenuto a causa della recente alluvione.
I fratelli scout delle sezioni limitrofe si sono prestati all'opera di soccorso e sostegno. Ora si contano i danni. Molto materiale necessario anche per le attività estive è inutilizzabile.
Credo che ognuno di noi possa contribuire, nei limiti e nella forma che ritiene più adeguata. Quella che vogliamo proporre come Consiglio è di sostenere economicamente l'acquisto di materiale inviando perché possa essere consegnato al Presidente del Comitato di Sezione della Sezione di Vicenza e al Capo Gruppo in un tempo ragionevole perché si possa garantire che le attività future non abbiano a soffrire.
Un abbraccio.

Federico

Per contribuire: inviare l'offerta a Raffaello Simi con vaglia postale o bonifico bancario
(IBAN  IT87L0539014100000000038493).

Giugno 2010: corso LT a Kandersteg con chiacchierata al fuoco su simbolismo e cerimonie scout tenuta da Fenderico Lunardi

 

NOVOLI. Cala il sipario sull'edizione 2010 del Concorso “Stefano Costa”. Il progetto culturale dedicato al piccolo esploratore novolese tragicamente scomparso nel 1995 e giunto alla sesta edizione, ha vissuto la serata conclusiva lo scorso 29 maggio. Nello scenario di piazza Regina Margherita, infatti, si sono tenute le cerimonie di premiazione delle due sezioni del Concorso, del Premio “Baden Powell” per la solidarietà, del Premio “Stefano Costa” e del Trofeo San Giorgio ma anche diversi momenti di spettacolo, danza, cabaret, musica che si sono intrecciati a intensi momenti di riflessione e testimonianze (La galleria fotografica e la stampa!). La kermesse, presentata dalla giornalista Fabiana Pacella, ha ospitato tra gli altri il cabarettista Fabrizio Fontana, la New Orleans Dixie Band e l'Ecole de Danse diretta da Ninfa Fersini. Anche l'annuale edizione è stata pensata e organizzata dalla Sezione scout Cngei di Novoli, grazie alle collaborazioni e i patrocini di Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni del Nord Salento, Comune di Novoli, Cattedra di Critica Letteraria dell'Università del Salento, Proloco Novoli e Ordine Scout San Giorgio. Colonna portante del progetto, attivo dal marzo scorso e diviso in diverse fasi, è stata “SI IMPARA DA PICCOLI A DIVENTARE GRANDI”.

La descrizione del premio - Il regolamento del premio - E il modulo per le candidature al premio speciale Baden Powel.

OSSG è stato rappresentato dal cavaliere Francesco Casulli che ci scrive:

Carissimi Fratelli, desidero porre alla vostra attenzione gli elaborati vincitori del concorso Stefano Costa edizione 2010:
•  il disegno per la sezione riguardante le scuole elementari
•  Il tema per la sezione scuole medie
Sono entrambi ben riusciti e in particolare mi ha colpito il componimento della piccola Serena con cui ho avuto modo di scambiare alcune impressioni. Il breve colloquio mi ha confermato che tra i ragazzi "non scout" esistono ancora sentimenti bellissimi che sono il fondamento del nostro ideale associativo e questo non può che renderci ottimisti nell'auspicare una società migliore.
 Ancora grazie per l'opportunità che l'Ordine mi ha dato di rappresentarlo in questa eccezionale manifestazione che grazie ai fratelli scout della Sezione CNGEI di Novoli è  ormai diventata un appuntamento fisso e qualificante per il nostro Ente nell'intera provincia di Lecce (96 comuni). L'iniziativa è ancora più valida se si tiene conto che ha ormai consolidato uno stretto legame con il mondo della scuola (elementari e medie) e che rappresenta un ottimo veicolo per gli ideali scout CNGEI ormai diffusi ed apprezzati tra gli insegnanti ed i presidi .
Fraterni saluti

Francesco 

8 ottobre 2009. Convegno: Simboli ed educazione dei giovani. Prima e dopo lo Scautismo. Il convegno siè tenuto sabato 24 ottobre 2009 nella Sala Consiliare del Comune di LANGHIRANO (PR). Tra i relatori: Prof. Fabrizio MARINELLI (leggi l'intervento), avvocato, docente all'Università dell'Aquila e Prof. Giuliano BERGAMASCHI, pedagogo, docente all'Università di Verona. Ha concluso i lavori il Presidente dell'Ordine Scout di San Giorgio, dott. Federico LUNARDI.

Kabul - Sei militari italiani sono morti e altri quattro sono rimasti feriti in Afghanistan in seguito a un attentato kamikaze che ha colpito un convoglio della Nato sulla strada che porta dal centro cittadino all'aeroporto della capitale, Kabul. Sia i morti sia i feriti appartengono al 186esimo Reggimento Paracadutisti Folgore di stanza a Siena, tranne un ferito che è un militare dell'aeronautica.

17 settembre 2009. Onore ai soldati italiani uccisi a Kabul: il messaggio dell'Ordine e la seguente risposta del Capo di Stato Maggiore a OSSG.

E' una istituzione del Corpo Nazionale: Helene Spicher, veterana dalla sezione di Milano che pronunciò la propria Promessa nelle mani di B.P. a Kandersteg nel 1927. Per tutti è Scioscio, per tanti è il CNGEI, per i Cavalieri è una Sorella sempre presente a cui rendere omaggio. OSSG è andato a trovarla nel mese di settembre 2009 nella sua casa di Milano. Un abbraccio Scioscio!

16 maggio 2009: E' stato consegnata la borsa di Studio Stefano Costa e Premio Baden Powell. Scrivono i giornali: "Risate, danza, cabaret, musica, magia e anche tante emozioni, tanti momenti di riflessione, tanti ricordi. Uno spettacolo davvero intenso ha chiuso la quinta edizione del Concorso "Stefano Costa" 2009, il progetto culturale dedicato al piccolo esploratore tragicamente scomparso durante un'attività scout in Abruzzo. La manifestazione è stata ideata e organizzata dalla sezione scout Cngei di Novoli con le collaborazioni e i patrocini di Proloco Novoli, Regione Puglia, Provincia di Lecce, Unione dei Comuni del Nord Salento, Comune di Novoli, Cattedra di Critica Letteraria dell'Università del Salento e Ordine Scout San Giorgio, e ha avuto come tema principale <Accoglienza uguale conoscenza>. Quella celebrata all'interno del giardino delle Cantine De falco è stata la terza e ultima tappa di un percorso, iniziato con la conferenza tenutasi lo scorso 13 marzo nell'ex Asilo Tarantini alla presenza di Sergio Fiorenza (presidente nazionale del Cngei) e le prove che si sono tenute nei 15 istituti di istruzione primaria e secondaria di primo grado non solo del Salento. La kermesse finale, infine, ha visto anche la cerimonia di consegna del Premio Baden Powell 2009 e del Premio Stefano Costa 2009".
E scrive il Presidente Lunardi per la premiazione di cui OSSG è patrocinatore: " La morte di un giovane sommerge di dolore chiunque ne venga a conoscenza obbligando a porsi ripetutamente la domanda su quale possa essere il significato di una vita che termina presto, troppo presto. Una domanda che ha toni drammatici per i genitori e i parenti ma che non lascia indifferenti tutti coloro che si occupano di educazione.
Quando scompare un "nostro" ragazzo ci sentiamo tutti sbigottiti. Per noi scout ogni bambino e ogni bambina, ogni ragazzo e ogni ragazza, ogni giovane che pronuncia la Promessa entra "da padrone di casa" nello Scautismo e la sua presenza diventa importante per tutti coloro che già ne fanno parte perché è un motivo in più per sentirsi fratelli e scout; così come la nascita di un nuovo fratellino o di una nuova sorellina riempie di gioia tutta la famiglia.
Non conoscevo Stefano né lo conosceva la maggior parte dei Cavalieri dell'Ordine Scout di San Giorgio ma aderire nello spirito e nella sostanza a una borsa di studio a lui intitolata significa ricordarsi dei tanti "Stefano" e "Stefanie" con cui abbiamo percorso un tratto di cammino assieme.
Non conoscevo Stefano né lo conosceva la maggior parte dei Cavalieri dell'Ordine Scout di San Giorgio ma ragionare per lui e, forse, con lui di accoglienza significa voler gettare un'esca perché altri "Stefano" e "Stefanie" entrino a far parte dello Scautismo affinché possano condividerne principi, valori e stile di vita. Accoglienza che, per noi scout, non può che essere il primo passo per aprire le braccia a un nuovo ragazzo o ragazza che diventerà fratello o sorella nel momento in cui deciderà di pronunciare la Promessa.
Non conoscevo Stefano né lo conosceva la maggior parte dei Cavalieri dell'Ordine Scout di San Giorgio ma dare la possibilità a tanti ragazzi e giovani di confrontarsi con il suo ricordo e scrivere di accoglienza significa cercare di seminare alcuni germi d'amore in una società molte volte arida, significa arare solchi di condivisione in un campo perché non diventi incolto, significa zappare terra per raccogliere domani frutti che per noi sono cittadini attivi.
Non conoscevo Stefano né lo conosceva la maggior parte dei Cavalieri dell'Ordine Scout di San Giorgio o forse sì ed è lui che continua a vivere tra i ragazzi e le ragazze che continuano ad alimentare le nostre unità e che ci danno ogni giorno un motivo in più per cercare di fare meglio e di più.
Complimenti a tutti Voi che vi siete cimentati con un elaborato così impegnativo e un fraterno abbraccio a chi è stato ritenuto il più in gamba."

Ci scrive Nicola Barbieri: "Fratelli scout dell'OSSG, vi anticipo che venerdì 22 maggio 2009, alle ore 17-17.30, il professore Enver Bardulla dell'Università di Parma, scout e storico dello scautismo, presenterà alla sede universitaria Zucchi di Reggio Emilia un volume da lui curato e intitolato "Scautismo tra passato e futuro", sul quale ho scritto anche io un saggio. Interverranno anche la Preside, Roberta Cardarello, e il prof. Francesco mattei dell'niversitò di Roma Tre, nonché il sottoscritto. Ditelo a tutti quelli che conoscete e che potrebbero ragionevolmente essere presenti, perché non capita tutti i giorni che si parli di scautismo in università."

16 maggio 2009: Borsa di Studio Stefano Costa e Premio Baden Powell, l'Ordine Scout di San Giorgio è il patrocinatore del primo premio da 300 euro.
Il concorso nasce nel 2005 quando, in occasione del decimo anniversario dalla tragica scomparsa del giovanissimo scout STEFANO COSTA avvenuta nel gennaio del 1995, la sezione di Lecce del C.N.G.E.I (Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani) Gruppo Lecce 3 "Stefano Costa" indice un concorso per l'assegnazione di n° 6 borse di studio riservate agli studenti della scuola primaria e secondaria e agli iscritti alla sezione di Lecce del CNGEI.
Con l'edizione 2009 del Concorso "Stefano Costa" si è voluto porre all'attenzione delle comunità territoriali la tematica dell'accoglienza come presupposto della Pace.
I cavalieri sono invitati a paretcipare alla cerimonia di consegna del premio. Gli interessati sono pregati di comunicarlo al Presidente OSSG. Informazioni presso la Segreteria Organizzativa
C.N.G.E.I. Sez. "Stefano Costa" Novoli
Via S. Antonio,25
73051 Novoli (LE)
e-mail: concorsostefanocosta@libero.it
Recapiti Telefonici: Stefano Politi - Presidente: 340.1532089 oppure 328.6918410
Luigi Caputo: 335.7523859 e Giuseppe Caputo: 330.437564

Aprile 2009: gli interventi nelle aree del terremoto di Abruzzo. Dalle prime ore di lunedì 6 aprile il Cngei ha attivato su richiesta del Dipartimento di Protezione Civile le proprie squadre di volontari. Il Corpo Nazionale dedica un'ampia documentazione agli interventi degli scout a cui si aggiungono le testimonianze raccolte dall'Ordine.

Nei luoghi deserti noi costruiremo con nuovi mattoni. Ci sono macchine e mani e creta per i nuovi mattoni e calce per un nuovo cemento.
Dove i mattoni sono crollati noi costruiremo con nuove pietre.
Dove le travi sono spezzate noi costruiremo con nuovo legno.
Dove la parola non è pronunciata noi costruiremo con nuovo linguaggio.
C'è un lavoro comune, e c'è una fede per tutti, un compito per ognuno.
Ogni uomo al suo lavoro.
 ( di Thomas S. Eliot)

Sabato 13 dicembre 2008, a Roma, un incontro sul ruolo dello Scautismo nella società multientica, organizzato dalla'Ordine Scout di San Giorgio nell sale di Palazzo Chigi.
Si è tenuto l'incontro richiesto dalla FIS, per il tramite del Capo Scout del Corpo Nazionale, volto ad approfondire l'aspetto interculturale per fornire risposte concrete agli stimoli che provengono alle associazioni giovanili. L'idea dell'incontro era stata sviluppata da Sergio e Marco durante l'assemblea di maggio 2008 di OSSG e poi riproposta a tutti nel post cena.... da qui l'inizio di lunghi lavori che hanno condotto alla realizzazione di questo importante incontro organizzato dall'Ordine.. (Leggi.....)

2007 Mostra delle Icone di San Giorgio a Castiglion Fiorentino."Icone: viaggio nel tempo tra sacro e profano". Pinacoteca Comunale di Castiglion Fiorentino, dal 23 dicembre al 6 gennaio. L'Ordine Scout di San Giorgio, a cento anni dalla nascita dello scoutismo, ha voluto promuovere con il patrocinio del Comune di Castiglion Fiorentino e dell'Istituzione Culturale ed Educativa Castiglionese, la Mostra "Icone: viaggio nel tempo tra sacro e profano" per ricordare San Giorgio, ritenuto testimone di pace, giustizia e del rispetto della dignità di ogni essere umano. La Mostra vuol essere un viaggio immaginario nel mondo delle icone, un viaggio di emozioni e suggestioni suggerite dalle opere dipinte da due differenti artisti: Eva Canepa, che seguendo i rigidi canoni della pittura sacra, ne recupera le antiche tradizioni pittoriche e da Antonio Maria Fanelli, autore di moderne icone ad acquarello su legno, dove tra i tratti morbidi del disegno prende vita la venatura della tavola. Luci ed ombre che si alternano tra le volte della Pinacoteca del Palazzo del Cassero, delineando il percorso di questi due artisti. La Mostra verrà inaugurata domenica 23 dicembre e sarà aperta al pubblico fino al 6 gennaio. "La pittura delle icone non rappresenta soltanto una splendida espressione artistica, ma soprattutto un modo di vivere in maniera più intensa la fede. Oggi come ieri gli iconografi dipingono secondo canoni ben precisi con un'obbedienza tale da sembrare a volte ripetitivi e per niente originali: dipingere un'icona è l'opposto dell'espressione soggettiva ed il culmine dell'originalità si raggiunge nella fedeltà alla tradizione" così descrive la sua attività Eva Canepa, nata a Napoli, che vive e lavora nei Campi Flegrei. Anche Antonio Maria Fanelli è originario di Napoli. Nel corso della sua attività, ha sperimentato numerose tecniche, come quella molto originale creata a Firenze, dove sposa la scultura e la pittura all'arte della legatoria. L'Ordine Scout di S. Giorgio è composto dagli insigniti della decorazione di San Giorgio del Corpo Nazionale Giovani Esploratori Esploratrici d'Italia, di cui è la più alta onorificenza. ( Fonte: Arezzo News )